16 Febbraio 2002

In questo numero
La storia della radiazione cosmica di fondo

Nel 1948 Ralph Alpher e Robert Herman, sulla base della teoria da loro sviluppata, previdero l'esistenza di un fondo di radiazione, risalente all'epoca del disaccoppiamento tra materia e radiazione. Secondo i loro calcoli, tale radiazione, ormai rarefatta e raffreddata a causa dell'espansione dell'Universo, aveva una temperatura non superiore ai 5 gradi Kelvin, e doveva essere, in qualche modo, osservabile ...



La radiazione cosmica di fondo
Un invariante per il riconoscimento delle comete periodiche

Il riconoscimento di una cometa periodica, nei passaggi successivi al primo, è un problema molto complicato. Francois Felix Tisserand, nel XIX secolo, si è posto il problema di ricercare un'espressione matematica invariante, che accompagnasse la cometa periodica durante tutti i suoi passaggi e ne sancisse la sua identità.

[Memoria presentata al "Congresso di Astronomia", anno 2001, gentilmente concessa dall'Autore.]





La cometa di Halley
Le classi spettrali nella storia dell'astronomia

Ogni stella ha una carta d'identità rappresentata da uno spettro elettromagnetico, cioè da una lastra fotografica scura solcata da righe luminose, ognuna delle quali indica la presenza di un determinato elemento chimico all'interno dell'atmosfera stellare. Attraverso l'analisi degli spettri stellari, le stelle vengono suddivise in 10 classi (o tipi) spettrali, a seconda delle loro caratteristiche fisico-chimiche.





Josef von Fraunhofer
Recensioni

"Alla scoperta del volto della Luna", il primo libro elettronico di astronomia di "Prendi le Stelle nella Rete", dedicato a questo astro del cielo, mutevole ed enigmatico, che da sempre affascina l'uomo.









© Cassiope@