N.20 - 23 Febbraio 2005

In questo numero
Un mostro gravitazionale "riposa" nel centro della Via Lattea

Ci siamo già occupati della Via Lattea su questa rivista e sappiamo che quella striscia lattiginosa e fusiforme che vediamo tagliare in due il cielo è, in realtà, un'immensa spirale di stelle talmente numerose e densamente disposte da apparire, ad occhio nudo, come un'unica tenue nube biancastra.

Il centro galattico
La sonda Hyugens alla scoperta del misterioso mondo di Titano

Se in queste fredde notti di febbraio si volge lo sguardo al cielo, si può notare, non lontano dal punto piu' alto della volta celeste e in direzione sud, una "stella" luminosa in più nella costellazione dei Gemelli. È facile identificarla perchè non mostra lo scintillio tipico delle stelle vere e proprie, ma una luce molto più "ferma" e costante. Si tratta infatti di un pianeta, Saturno, che, visto con un telescopio amatoriale anche piccolo, mostra i suoi inconfondibili ed affascinanti anelli.

Saturno e la Terra ... a confronto
Le nubi nottilucenti (NLC)

"Appaiono nel cielo come strisce tortuose e intrecciate, di solito di colore bianco o di una caratteristica tonalità blu perlacea, a volte il bordo inferiore è dorato. La struttura ricorda le formazioni di cirrostrati."



Nubi nottilucenti sulla Finlandia
Recensioni

"Sull'orlo dell'infinito": l'ennesimo capolavoro di divulgazione scientifica di Paul Davies, che ancora una volta dimostra una grande maestria nello spiegare le complesse e notevolissime conquiste dell'intelletto umano.









© Cassiope@