28 Luglio 2004

dall'articolo: Le nuove "luci" dell'Universo
La presenza dell'atmosfera, grazie ai meccanismi di interazione fra le molecole che la compongono e le onde elettromagnetiche provenienti dallo spazio, protegge le forme di vita presenti sulla Terra dall'"invasività" dei fotoni ad alta energia, innescando, tra l'altro, una serie di processi essenziali per il ciclo climatico terrestre. Per tale ragione, "guardare" il cielo nelle diverse bande di frequenza implica "osservare" da quote molto elevate o addirittura al di fuori dell'atmosfera.
Fonte: VISPA - Väisälä Institute for Space Physics and Astronomy






© Cassiope@