LE METEORITI
(Piero Tempesti - da "Coelum", periodico per la divulgazione dell'astronomia, p.118, Maggio-Giugno 1978)

Un caso veramente eccezionale è quello del meteoroide che il 10 agosto 1972 rasentò la Terra penetrando nell'atmosfera e riuscendone fuori dopo una traiettoria di 1500 Km, dal cielo dello Utah a quello di Alberta, percorsa in 101 secondi. Il bolide, apparso splendidissimo nelle prime ore del pomeriggio, fu fotografato [...] Nel Montana si udì il caratteristico BANG supersonico, ma non nelle altre regioni sorvolate precedentemente o successivamente; [...] l'interpretazione del fenomeno fu immediata: il meteoroide aveva attraversato l'atmosfera riuscendone fuori dopo aver raggiunto la minima altezza, inferiore ad una sessantina di chilometri, sopra il Montana.

L'accensione del bolide risultò essere avvenuta a 76 km di altezza e lo spengimento a 103 km; la velocità nel punto iniziale era di 15,0 km/sec e nel punto finale di 14,2. L'orbita eliocentrica questa volta è risultata del tipo Amore, avendo il perielio a 1,01 u.a. Il meteoroide ha quindi incontrato la Terra in strettissima vicinanza del proprio perielio e perciò, dato il valore del semiasse maggiore (1.66 u.a.), era animato dalla velocità orbitale eliocentrica di 35 km/sec; siccome si trovava anche nel proprio nodo ascendente, ha sorpassato la Terra traversandone il piano orbitale da sud verso nord; la velocità relativa V, data l'inclinazione di 15°, era di 10.1 km/sec, aumentata però fino a 15.0 all'ingresso nell'atmosfera per effetto dell'attrazione terrestre.

[...] si è calcolata per questo meteoroide una massa compresa fra 5 mila ed un milione di tonnellate [...]

Dalla tabella 8 di p.119: e=0.39 (eccentricità del corpo)





© Cassiope@