29 Settembre 2005

La rubrica della posta

Potrei avere una spiegazione chiara e semplice, se possibile, relativa agli equinozi?
Ivano (Gubbio)
Gli equinozi sono i due punti in cui il piano dell'eclittica interseca l'equatore celeste. Il nome deriva dal latino "aequa nox" ossia "notte uguale al giorno", in quanto nei due giorni dell'anno in cui il Sole viene a trovarsi in tali punti le ore di luce coincidono con le ore di buio per qualsiasi località terrestre.


Che possibilità ci sono che un asteroide cada sulla terra? Quali potrebbero essere? E quando potrebbe accadere?
Giacomo (Roma)
La probabilità di un impatto catastrofico con un asteroide è molto bassa, ma non impossibile! I "nemici" più pericolosi per la Terra sono i NEO (dall'inglese "Near Earth Object"), ossia gli asteroidi che transitano nelle vicinanze dell'orbita terrestre, di cui però non abbiamo ancora un censimento completo. Per questo motivo, gli astronomi con il contributo molto importante fornito dagli astrofili, cercano di tenere sotto osservazione il maggior numero possibile di NEO al fine di individuare per tempo eventuali rischi di impatto e allertare la comunità mondiale. Per saperne di più, ti rimando al N.15 di questa rivista, la cui recensione fu dedicata ai servizi di informazione che promuovono e diffondono la conoscenza sui NEO.


Mi sapete, per cortesia, dire perché i pianeti sono tutti di forma circolare? Vi è un motivo particolare perchè non possano essere quadrati o senza regolarità?
Paolo (Milano)
La forza principale che agisce sui corpi celesti è l'autogravità. Ciò significa che un corpo celeste tende ad assumere la forma che gli permette di minimizzare la propria energia potenziale, vale a dire quella sferica!





© Cassiope@