Dicembre 2000

Recensioni

  • Da leggere ...

    Un viaggio nel cosmo profondo e misterioso attraverso le straordinarie immagini di David Malin, il più grande astrofotografo di tutti i tempi, riprodotte in dimensioni inusuali e raccolte in un volume dal formato eccezionale: "L'universo invisibile" (1999, Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano, per l'edizione italiana).
    La tecnica innovativa, utilizzata da Malin per accentuare il contrasto di una immagine fotografica, permette di riprodurre i colori dei paesaggi cosmici così come li vedrebbe il nostro occhio se fosse un migliaio di volte più sensibile alle deboli sorgenti luminose.
    I colori delle spettacolari fotografie de "L'universo invisibile" sono i colori della natura, troppo deboli per essere visti e troppo diluiti per essere catturati dalle comuni pellicole a colori, ma nondimeno reali.
    Molti degli oggetti ritratti da David Malin, ribattezzato "l'uomo che colora le stelle", erano fino a poco tempo fa oscuri ed elusivi, e la loro scoperta ha contribuito a modificare le teorie sulla formazione ed evoluzione delle strutture a grande scala dell'universo.
    Ne "L'universo invisibile", inoltre, David Malin dimostra di essere anche un grande scrittore, descrivendo con un inestinguibile entusiasmo i caratteri salienti delle sue irripetibili immagini.

  • In rete ...

    Scoprite il fascino delle bellissime fotografie di David Malin, andando a curiosare sul sito Web dell'AAO, l'Osservatorio Anglo-Australiano presso il quale lavora lo scienziato-artista: NIGHT SKIES: The Art of Deep Space raccoglie 40 meravigliose immagini di galassie, stelle e nebulose, che raccontano la storia della scoperta e dell'esplorazione della nostra Galassia e la nascita e la morte delle stelle che la illuminano. Si tratta di una collezione di opere d'arte, conosciuta ormai in tutto il mondo, approdata tra l'altro in Italia presso il Centro Dantesco di Ravenna.





© Cassiope@