Febbraio 2001

dall'articolo: Vulcani extraterrestri
La sonda Magellano è riuscita a ricostruire l'aspetto della superficie di Venere grazie alle analisi compiute dal radar di bordo: sono state così individuate pianure, alture e depressioni. In questa immagine è visibile la regione Eistla dell'emisfero settentrionale, un vasto altopiano alto circa 1,5 chilometri e largo più di 2000 chilometri, con due grandi vulcani a scudo: il monte Gula, sulla sinistra, alto 3,2 chilometri con un diametro di circa 400 chilometri, e il monte Sif, sulla destra, leggermente più piccolo. Entrambi sono ricoperti, come le pianure circostanti, da colate laviche.
Fonte: Volcano World





© Cassiope@