menu glossario
Batteri

I batteri sono microrganismi unicellulari, a metà tra il regno vegetale e quello animale.

Questi microrganismi comprendono, infatti, forme autotrofe che, al pari dei vegetali, sintetizzano le molecole organiche a partire da composti inorganici, e forme eterotrofe che, come gli animali, metabolizzano composti organici già sintetizzati da altri organismi.

Hanno dimensioni dell'ordine dei micron, e possono avere forma sferica o allungata a bastoncino. I primi, di forma tondeggiante , sono di solito immobili, al contrario dei secondi, di forma allungata, che possono spostarsi grazie al movimento di ciglia o di flagelli, disposti alla periferia della cellula .

I batteri possono essere aerobi, cioè organismi che, per vivere, hanno bisogno di assumere ossigeno libero dall'ambiente esterno, o anaerobi, che, al contrario, possono (o devono) vivere in assenza di ossigeno libero.

Date le loro dimensioni microscopiche e le ridotte esigenze alimentari e ambientali, i batteri sono gli esseri viventi più diffusi, presenti nell'aria, nell'acqua, nel suolo, nel corpo degli animali e nelle piante. Essi abbondano soprattutto dove vi sono composti organici che attaccano e demoliscono, rimettendone in libertà gli elementi di cui sono composti: il carbonio, l'azoto, l'idrogeno, l'ossigeno, lo zolfo, il manganese.
I batteri sono, infatti, gli agenti delle fermentazioni e delle putrefazioni che si verificano in natura nell'ambito del ciclo vitale della materia.