menu glossario
Radiotelescopio

Il radiotelescopio è uno strumento che esplora il cielo alle lunghezze d'onda radio, "invisibili" all'occhio umano, tipicamente un milione di volte più lunghe di quelle ottiche.

A queste lunghezze d'onda, straordinariamente grandi in confronto a quelle della luce visibile, il problema della risoluzione, ossia della rivelazione dei particolari più piccoli degli oggetti celesti, diventa molto importante.

Per ottenere risoluzioni soddisfacenti, i radiotelescopi devono essere molto più grandi dei telescopi ottici. Ad esempio, un radiotelescopio, che osservi a lunghezze d'onda dell'ordine del centimetro, deve possedere un paraboloide con un diametro di ben 20 chilometri (!!) per raggiungere la risoluzione di un piccolo telescopio ottico, dotato di uno specchio del diametro di 1 metro. E all'aumentare della lunghezza d'onda, le dimensioni del paraboloide devono aumentare di conseguenza!