Novembre 2000

dall'articolo: La scala delle distanze cosmiche - Le Cefeidi osservate con Hubble
Un'immagine, catturata dal telescopio spaziale Hubble, della maestosa galassia a spirale NGC 4603, dell'ammasso del Centauro: la galassia più distante in cui siano state osservate, fino ad oggi, delle stelle variabili Cefeidi.
Data l'enorme distanza (108 milioni di anni luce) di NGC 4603, si possono distinguere solo le stelle realmente molto brillanti: sono visibili ammassi di stelle blu, giovani e luminose, nelle braccia a spirale della galassia, così come stelle giganti rosse, nelle ultime fasi evolutive. La maggior parte della luce diffusa proviene dalle stelle più deboli, non distinguibili neanche da Hubble. I filamenti più rossi sono regioni in cui la presenza di nubi di polveri oscura la luce blu proveniente dalle stelle retrostanti.
Fonte: Hubble Space Telescope





© Cassiope@