Novembre 2000

Recensioni

  • Da leggere ...

    Luca Amendola, ricercatore presso l'Osservatorio Astronomico di Roma, in "Il cielo infinito - La nuova cosmologia: inflazione, materia oscura, frattali" propone al lettore un viaggio affascinante nel "castello in cui ci è dato abitare": l'universo immensamente grande!
    La prima tappa di questo viaggio è il modello standard della cosmologia, che ci narra lo svolgersi di un fenomeno durato, finora, almeno dieci miliardi di anni, esteso per altrettanti anni luce, e popolato da almeno altrettante galassie.
    Ma questa è solo la prima tappa ...
    L'Autore invita il lettore a proseguire il suo viaggio attraverso le tre grandi sfide, tuttora in pieno svolgimento, al modello standard: la teoria dell'inflazione cosmica, un'ipotesi su ciò che si estende al di là dell'orizzonte visibile; la ricerca della materia oscura, al fine di indagare la natura dei grandi vuoti cosmici e di osservare il funzionamento delle lenti gravitazionali e dei buchi neri; la teoria frattale della distribuzione delle galassie, in grado di realizzare la mappa più grande che sia mai stata prodotta.
    Temi vasti e "scottanti" della cosmologia moderna che Luca Amendola ha saputo rendere accessibili e godibili ai "non addetti ai lavori", grazie a uno stile chiaro e avvincente.
    È un brillante saggio divulgativo, che appassiona e si fa leggere tutto d'un fiato!

  • In rete ...

    Citiamo un'iniziativa molto originale dovuta allo scienziato americano David Anderson.
    Si tratta di "SETI@home: the Search for Extraterrestrial Intelligence", un esperimento scientifico finalizzato alla ricerca di intelligenze extra-terrestri.
    Data l'enorme diffusione di InterNet, SETI@home sfrutta la potenza di centinaia di migliaia di computer collegati in rete, per distribuire l'enorme quantità di segnali, captati dal grande "orecchio" del radio telescopio di Arecibo, agli utenti della rete.
    Chi vuol partecipare all'esperimento utilizza sul proprio computer un programma in grado di scaricare e analizzare i dati, con la lontana, ma accattivante possibilità, di scoprire il lontano mormorio di una civiltà extra-terrestre.
    Per chi volesse unirsi al gruppo SETI@home, l'indirizzo è "http://setiathome.ssl.berkeley.edu. Esiste una versione italiana di gran parte del sito.





© Cassiope@