Novembre 2001

Recensione:

La "Carta della Terra": un'iniziativa da incoraggiare e sostenere, in quanto promotrice del pieno sviluppo dell'uomo, nel rispetto delle necessità del Pianeta:
"Noi apparteniamo ad un'unica famiglia umana e a una comunità terrena con un destino comune"
Vediamo di capire di cosa si tratta ...

La storia della "Carta della Terra" ha inizio nel 1972, in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sull'Ambiente Umano a Stoccolma, con il primo tentativo di operare una selezione di principi e valori, universalmente condivisi, necessari per garantire uno sviluppo sostenibile per l'uomo e ... per l'ambiente in cui vive. In sostanza, un documento in difesa della Terra, da affiancare alla "Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo"!

Nel 1994, l'iniziativa viene promossa e rilanciata da Mikhail Gorbaciov, presidente della "Green Cross International", e da Maurice Strong, presidente della "Earth Council", con il sostegno del governo olandese. Attualmente, la campagna internazionale, promossa a sostegno di questo documento, è attiva in circa 60 paesi, con i seguenti obiettivi:
  • promuovere un dialogo mondiale sui valori e le etiche globali condivise;
  • stendere una Carta della Terra che metta in evidenza una visione succinta e inspirante dei principi etici fondamentali per lo sviluppo sostenibile;
  • far circolare la Carta della Terra nel mondo come trattato della gente, promuovendo la conoscenza, l'impegno e l'implementazione dei valori della Carta della Terra;
  • cercare l'appoggio dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite entro l'anno 2002.
Per conoscere, in dettaglio, "La Carta della Terra" e avere informazioni sulla campagna internazionale a suo sostegno, visitate il sito Web www.cartadellaterra.it, curato dalla "Federazione Nazionale Pro Natura", con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente.





© Cassiope@