Settembre 2001

dall'articolo: Il mistero della Via Lattea (Seconda Parte)
Orione, una delle costellazioni più note e facilmente riconoscibili nel cielo, rappresenta un eroico cacciatore della mitologia greca. Quando guardiamo nella direzione di questa costellazione, rivolgiamo lo sguardo verso le zone periferiche della nostra Galassia, attraversando le zone più densamente popolate del nostro braccio galattico. Di conseguenza, Orione è una costellazione ricca sia di stelle brillanti che di nebulose. Tra le stelle, la gigante rossa Betelgeuse, la blu Bellatrix, la supergigante blu Rigel disegnano, rispettivamente, la spalla sinistra, la spalla destra e il piede destro del cacciatore. Nella parte centrale, tre luminosissime stelle, disposte in linea retta, formano la cintura di Orione. Una grande nube oscura, conosciuta come Nube Molecolare di Orione, riempie una vasta area della costellazione. Alcune parti di questa nube, illuminate dalle stelle vicine, diventano visibili, dando origine a delle nebulose. Tra queste, la ben nota Nebulosa di Orione, vera e propria fucina di stelle, e la meravigliosa Nebulosa Testa di Cavallo.
Fonte: Students for the Exploration and Development of Space (SEDS)





© Cassiope@